Italiano
onlinecasinorank.it
  • Casinò per paese
  • Bonus del casinò
  • Bonus Giri Gratis
  • Giochi da casinò
  • Metodi di deposito
  • Novità
Menu
Casinò online
Italiano

Gambling addiction

La ricerca fino ad oggi mostra che i giocatori d'azzardo patologici e i tossicodipendenti condividono molte delle stesse predisposizioni genetiche per l'impulsività e la ricerca della ricompensa. Proprio come i consumatori di sostanze richiedono colpi sempre più forti per sballarsi, i giocatori compulsivi perseguono iniziative sempre più rischiose. Allo stesso modo, sia i tossicodipendenti che i giocatori problematici sopportano i sintomi dell'astinenza quando sono separati dalla sostanza chimica o dal brivido che desiderano. E alcuni studi suggeriscono che alcune persone sono particolarmente vulnerabili sia alla tossicodipendenza che al gioco compulsivo perché i loro circuiti di ricompensa sono intrinsecamente poco attivi, il che potrebbe in parte spiegare perché in primo luogo cercano grandi emozioni.

Come il gioco influenza il cervello

Ancora più convincente, i neuroscienziati hanno imparato che le droghe e il gioco d'azzardo alterano molti degli stessi circuiti cerebrali in modi simili. Queste intuizioni provengono da studi sul flusso sanguigno e sull'attività elettrica nel cervello delle persone mentre completano vari compiti su computer che imitano i giochi da casinò o testano il loro controllo degli impulsi. In alcuni esperimenti, le carte virtuali selezionate da diversi mazzi fanno guadagnare o perdere denaro a un giocatore; altre attività sfidano qualcuno a rispondere rapidamente alle singole immagini che lampeggiano su uno schermo ma a non reagire agli altri.

Uno studio tedesco del 2005 che utilizza un tale gioco di carte suggerisce che i giocatori d'azzardo problematici --- come i tossicodipendenti --- hanno perso la sensibilità al loro sballo: quando vincevano, i soggetti avevano un'attività elettrica inferiore alla tipica in una regione critica del sistema di ricompensa del cervello. In uno studio del 2003 presso l'Università di Yale e in uno studio del 2012 presso l'Università di Amsterdam, i giocatori d'azzardo patologici che effettuavano test che misuravano la loro impulsività avevano livelli insolitamente bassi di attività elettrica nelle regioni cerebrali prefrontali che aiutano le persone a valutare i rischi e a sopprimere gli istinti. I tossicodipendenti hanno spesso anche una corteccia prefrontale svogliata.

Effetti della dipendenza dal gioco d'azzardo

Ulteriori prove che il gioco d'azzardo e le droghe modificano il cervello in modi simili sono emerse in un gruppo straordinario di persone: quelle con il disturbo neurodegenerativo, il morbo di Parkinson. Caratterizzato da rigidità muscolare e tremori, il morbo di Parkinson è causato dalla morte dei neuroni produttori di dopamina in una sezione del mesencefalo. Nel corso del decennio i ricercatori hanno notato che un numero notevolmente elevato di pazienti con Parkinson, tra il 2 e il 7%, sono giocatori d'azzardo compulsivi. Il trattamento per un disturbo molto probabilmente contribuisce a un altro. Per alleviare i sintomi del Parkinson, alcuni pazienti assumono levodopa e altri farmaci che aumentano i livelli di dopamina. I ricercatori pensano che in alcuni casi l'influsso chimico risultante modifichi il cervello in un modo che rende i rischi e le ricompense - diciamo, quelli in una partita di poker - più accattivanti e decisioni avventate più difficili da resistere.

Una nuova comprensione del gioco d'azzardo compulsivo ha anche aiutato gli scienziati a ridefinire la dipendenza stessa. Mentre gli esperti pensavano alla dipendenza come dipendenza da una sostanza chimica, ora la definiscono come il perseguimento ripetuto di un'esperienza gratificante nonostante gravi ripercussioni. Quell'esperienza potrebbe essere l'effetto della cocaina o dell'eroina o il brivido di raddoppiare i propri soldi al casinò.

*"L'idea passata era che per diventare dipendenti devi ingerire un farmaco che cambia la neurochimica nel cervello, ma ora sappiamo che qualsiasi cosa facciamo altera il cervello,"*

dice Timothy Fong, psichiatra ed esperto di dipendenze presso l'Università della California, Los Angeles.

*"Ha senso che alcuni comportamenti altamente gratificanti, come il gioco d'azzardo, possano causare anche drammatici cambiamenti fisici."*

Fatti aiutare oggi stesso

Se pensi che tu o qualcuno a te vicino è vittima di dipendenza dal gioco d’azzardo, visita https://www.gioca-responsabile.it/ per trovare informazioni e supporto. Puoi contattarli via email o chiamando il numero 800 151 000.

Chi siamo
Privacy policy
Recensioni
Guide ai giochi
Novità
© onlinecasinorank.it 2021